Come aprire un conto bancario offshore o conto estero e quali sono i suoi vantaggi?

I tempi dei conti bancari offshore cifrati e anonimi sono finiti. Non è più questione di essere ricchi o poveri, oggi aprire un conto bancario offshore non è così semplice e si può cadere in una truffa. Noi vi consigliamo le migliori opzioni baste sull'esperienza di altri usuari.

Come aprire un conto bancario offshore o conto estero e quali sono i suoi vantaggi?

È possibile aprire legalmente un conto bancario offshore o conto estero? Quali sono i suoi vantaggi? C'è una regola che i cittadini italiani devono rispettare per aprire un conto all'estero?

Ogni persona ha il diritto di aprire un conto corrente all'estero per depositare i propri risparmi e le leggi italiane prevedono questo diritto, previsto anche dalle autorità fiscali. Tuttavia, i cittadini che risiedono in Italia e hanno un conto bancario offshore o conto estero hanno l'obbligo di dichiarare gli importi trattenuti al momento della dichiarazione fiscale, con un limite i cui importi possono variare in base alle disposizioni legali in vigore. Attualmente, al di sotto dei 15.000 euro è prevista un'esenzione dal controllo fiscale e se il deposito medio è inferiore a 5000 EUR non si deve pagare l'IVAFE (Imposta sul valore delle attività all'Estero che grava sulle persone fisiche residenti in Italia che detengono prodotti finanziari, conti correnti e libretti di risparmio, presso intermediari esteri.).


Vantaggi di un conto bancario offshore o conto estero

Un conto bancario offshore o conto estero può essere uno strumento molto prezioso perché protegge l'individuo contro tutti i rischi finanziari in Italia. Questo, può permettere di ridurre i costi di amministrazione e mmigliore protezione del patrimonio.

Nel caso in cui il conto bancario offshore o conto estero sia stato aperto in un paese con una valuta diversa dall'euro, il conto può offrire maggiore sicurezza di fronte all'inflazione, oltre a consentire al titolare di effettuare un investimento in valuta .

Per aprire un conto bancario offshore o conto estero, devono essere soddisfatti due requisiti: che gli attivi trasferiti devono sempre provenire da fonti di reddito legittime ed, il secondo requisito che solo poche banche richiedono, che il reddito sia stato riportato nella dichiarazione dei redditi.

Ci sono due possibilità per aprire un conto bancario offshore o conto estero: farlo dall'Italia o dall'estero. In entrambi i casi è necessario inviare la documentazione tradotta nella lingua ufficiale del paese in cui si aprirà il conto bancario offshore o, in generale, in inglese. A volte accade che alcune istituzioni bancarie possono richiedere traduzioni certificate, al fine di verificare l'assoluta veridicità di quanto riportato nella documentazione.

 

Apertura di un conto bancario offshore o conto estero

I principali requisiti sono tre: documento d’identità, prova di residenza e provenienza dei fondi. In ogni caso i requisiti variano da paese a paese,  e da banca a banca. In generale si richiedono documenti di identità che attestano il domicilio e, il permesso di soggiorno se vivete all’estero. La sola carta d’identità ti permetterà di aprire un conto bancario estero solo nella Comunità europea. Come prova di residenza le banche preferiscono una fattura di servizi tipo acqua, luce, telefono fisso o gas, intestati a tuo nome. Un certificato di residenza può essere usato in alternativa. Per provenienza dei fondi,che in generale le banche richiedono quando si apre un conto con somme ingenti, si intende un estratto conto bancario o una dichiarazione dei redditi, alcune banche accettano anche un bilancio fatto da un commercialista.

Alcune banche, richiedono un documento che certifichi l'esecuzione di un'attività lavorativa in quel territorio, o, addirittura dei documenti che consentono di tracciare la storia bancaria della persona almeno degli ultimi sei mesi. Dei requisiti ne parleremo più avanti, ma se non sei in grado di produrre questi requisiti basici ti consigliamo di consultarci.

consulenza su come aprire un conto bancario offshore o conto estero

 

Come aprire un conto bancario online all'estero?

Dall'Italia è possibile aprire un conto bancario offshore o conto estero attraverso le piattaforme online, dove  è possibile inviare tutta la documentazione richiesta per via elettronica, sebbene sia sempre più frequente che le banche richiedano almeno un incontro faccia a faccia con il cliente per procedere con l'apertura del conto bancario, almeno via videoconferenza. Alcune banche offshore, più esigenti, richiedono una giustificazione alla richiesta di apertura del conto, ovvero spiegare perché si vuole aprire un conto bancario offshore in quel paese e in quella banca. Per questo ti consigliamo di rivolgerti ad un professionista anche se per una semplice consulenza.

I tempi in cui il segreto bancario era un valore aggiunto delle istituzioni finanziarie fa ormai parte di un passato che non tornerà mai più, quindi l’addio all'anonimato è da considerarsi definitivo. Oggi, aprire un conto bancario offshore o conto estero è in realtà molto complicato, perché i paesi che impongono un maggiore carico fiscale ai suoi cittadini hanno fatto pressioni al fine di imporre nuove norme di portata globale che costringono le banche a scavare in profondità nei profili dei propri clienti e controllare più volte da dove provengono i fondi messi da parte. Le banche, inoltre, ora che possono essere ritenute responsabili per le azioni dei loro clienti, stanno molto più attente a identificare bene un nuovo cliente e le sue attività.

I regolamenti internazionali stabiliscono multe gigantesche per le banche che non rispettano le nuove politiche finanziarie internazionali. I potenziali pericoli per le banche comprendono anche la possibilità di perdere i conti di corrispondenza e, peggio ancora, la cancellazione della licenza, che porterebbe alla liquidazione della banca (di recente questo è successo la Loyal Bank di St. Vincent e alla Choice Bank del Belize).

 

Che opzioni ho per aprire un conto bancario offshore o conto estero?

Data la realtà odierna della finanza offshore, ogni giorno è sempre più complesso aprire un conto bancario offshore o conto estero e, nel caso che la persona voglia aprire il conto in remoto, senza andare di presenza in banca, la difficoltà è triplicata.

Il nostro studio legale ha assistito clienti di tutti i continenti nel processo di apertura di conti bancari offshore o conti esteri. Facciamo questo da oltre 30 anni! Allo stato attuale noi ci sentiamo di affermare che, per un imprenditore di successo, è indispensabile utilizzare diversi istituti finanziari al fine di migliorare la protezione del capitale ed usare le varie e nuove opzioni finanziarie che sono apparse nell’ultimo decennio, come le criptovalute ed i wallet o portafogli elettronici.

Ti chiediamo di compilare il seguente modulo, che ci permetterà di avere un'idea più precisa del tuo profilo. A partire da questa analisi potremo offrire le opzioni di conti bancari offshore o conti esteri, conti di criptovaluta e wallet elettronici che meglio si adattano alle tue esigenze.

 

Formulario bancario

Nota: Tutti i campi sono obbligatori

Per potervi consigliare vi chiediamo di riempire il formulario qui sotto in modo da poter analizzare il vostro profilo e offrirvi le migliori opzioni per le vostre esigenze di apertura di conti bancari offshore o conti in criptovalute e/o portafogli elettronici.

Perché ho bisogno di un conto bancario offshore?

Un conto bancario offshore ti consente di proteggere i tuoi beni.  

Cosa devo fare per aprire un conto bancario offshore?

La maggior parte delle banche offshore richiede ora la presenza del firmatario dell'account. Le opzioni online sono molto limitate e dipendono dalla tua nazionalità, residenza, fatturato mensile, ecc. Si prega di compilare il questionario e raccomanderemo le migliori opzioni online.

Provenienza dei fondi
Scopo del conto
Deposito iniziale
Puó proporzionare?:
Fatturato

Se la tua intenzione è quella di tenere un deposito di sicurezza all'estero in un conto bancario personale, con una semplice consultazione telefonica possiamo spiegarti dove e come aprirlo.

 

Conto bancario personale vs. conto aziendale, qual è l'opzione migliore?

Per molto tempo, i conti bancari aziendali sono stati valutati come la soluzione più adatta per proteggere le risorse finanziarie; tuttavia, oggi quella percezione è cambiata. In un ambiente ostile a tutto ciò che riguarda il mondo offshore, i conti bancari personali possono funzionare meglio per eseguire una attività finanziaria.

I diversi vantaggi che offrono i conti bancari aziendali li hanno resi, in passato, un'opzione interessante. Ad esempio, i fondi depositati sul conto bancario di una società offshore sono giuridicamente distinti dal proprietario di tale società, in modo che il conto funziona come protezione dei fondii.

In aggiunta, tutte le transazioni che si fanno nel conto bancario aziendale sono a il nome della società offshore e non del beneficiario finale del conto. Questa è una strategia di protezione degli attivi molto utile. Prima dei trattati di scambio di informazioni, le autorità fiscali del paese di residenza del beneficiario finale non potevano avere il controllo sui movimenti di capitali di quella persona. Oggi non è più così in quanto il beneficiario finale deve essere identificato e segnalato, e per questo motivo è necessario non solo che la società sia residente in un paradiso fiscale, ma che lo sia anche il beneficiario finale del conto.

Sui conti bancari delle corporazioni, molti miti furono creati dai tempi in cui le banche offshore offrivano "conti segreti o cifrati ". In realtà, questi conti, così come i libretti al portatore, sono scomparsi da 2 generazioni e la banca offshore come qualsiasi banca sono responsabili del controllo dei dati del beneficiario finale e del suo luogo di residenza.

Come è cambiato tutto questo? La pressione da paesi con elevata pressione fiscale ha fatto sì che quasi tutte le giurisdizioni hanno ceduto alle minacce di essere messe nelle liste grigie e nere. Pertanto, hanno firmato accordi per lo scambio di informazioni finanziarie. Nei pochi paesi che non hanno ceduto, piazzare i propri risparmi potrebbe essere molto pericoloso.

Le banche aumentano i costi dei conti bancari

Allo stesso tempo, le banche, timorose di ricevere forti sanzioni economiche, hanno accettato le nuove regole. Ora le banche sono tenute a eseguire la procedura nota come know -your-customer (KYC, per il suo acronimo in inglese) e riciclaggio di denaro (AML, per il suo acronimo in inglese) molto più lunghe e costose, così hanno trasferito sui loro clienti l'elevato costo per tenere aperto un conto bancario aziendale. Aggiunto a questo è il fatto che molto spesso le banche chiedono una documentazione aggiuntiva al beneficiario finale del conto aziendale e alla società. I costi di tali documenti possono variare tra i 500 ei 2000 dollari all'anno, a seconda di quello che la banca sollecita o della giurisdizione che emette la documentazione.

Le difficoltà per il funzionamento delle attività bancarie offshore, la pressione sulle giurisdizioni con bassi oneri fiscali, la continua persecuzione delle società offshore hanno influito sul fatto che non pochi hanno deciso di ricorrere a conti bancari personali per gestire le proprie attività. È vero che non offrono  anonimato; ma almeno, in questo momento, funzionano meglio nel contorto sistema bancario mondiale.

Come quindi risolvere il problema dello scambio di informazioni? Facile, tenere conti in paesi che non scambiano informazioni automaticamente, come Stati Uniti, Porto Rico, Russia, ecc. o più facilmente ottenere la residenza in un paradiso fiscale come Panama.

 

Quali sono i passi per aprire un conto bancario offshore?

I conti bancari offshore hanno delle particolarità che li differenziano dagli altri conti comuni, i singoli e le medie imprese possono perfettamente sfruttare i grandi vantaggi offerti da queste opzioni finanziarie. Non pochi credono che i conti bancari offshore siano destinati solo a persone con grandi fortune o alle aziende più potenti del pianeta. Questa percezione è sbagliata. È vero che i conti bancari offshore hanno delle particolarità che li differenziano dagli altri conti comuni; ma, al giorno d'oggi, i singoli e le medie imprese possono perfettamente sfruttare i grandi vantaggi offerti da queste opzioni finanziarie.

Vantaggi dei conti bancari offshore

I conti bancari offshore sono molto interessanti per i diversi vantaggi che offrono. Ad esempio, offrono protezione dai cambiamenti politici ed economici nel tuo paese. Quando si verificano cambiamenti politici in una determinata regione, il rischio finanziario aumenta in modo significativo e, di conseguenza, il patrimonio della persona nelle banche locali può correre dei rischi. E lo stesso puó succedere in caso di crisi economiche, come la post-pandemia del coronavirus, dove non pochi hanno perso i loro investimenti e risparmi. Invece, con il deposito internazionale è possibile non solo mantenere il patrimonio, ma anche generare maggiori entrate, grazie alla maturazione di interessi.

Un altro vantaggio significativo dei conti bancari offshore è il risparmio fiscale. I tempi del rigido segreto bancario sono ormai lontani, ma ci sono ancora leggi nelle giurisdizioni offshore che tutelano la riservatezza. In questo modo è possibile risparmiare sui pagamenti delle imposte nazionali, sia con il saldo del conto principale che con gli interessi generati in un anno.

I beni detenuti in un conto bancario offshore sono difficilmente influenzati da decisioni giudiziarie nel paese di residenza della persona, soprattutto se il conto è intestato a una fondazione. Ciò significa che se per qualche motivo, ad esempio un divorzio o una causa legale, questa persona dovesse rinunciare o dividere il proprio patrimonio nazionale, manterrebbe comunque il proprio patrimonio nella giurisdizione offshore. Inoltre, sulla base delle leggi esistenti in questi territori e della riservatezza bancaria, nessuno potrebbe davvero sapere se esistono attività offshore.

I conti bancari offshore offrono anche nuove opzioni di investimento che non sono disponibili con un conto bancario locale. Questi investimenti offrono generalmente rendimenti più elevati rispetto agli investimenti nazionali. Inoltre, ci sono più opzioni di prestito internazionali, con condizioni e requisiti più interessanti.

I conti bancari offshore si sono dimostrati efficienti anche per chi vuole risparmiare per la pensione. La spiegazione di questa argomentazione è data dal fatto che i tassi d'interesse migliorano con l'aumento del tuo saldo e, inoltre, le scadenze più lunghe garantiscono anche tassi più elevati. Pertanto, più fondi trasferisci dal tuo Paese a questo conto bancario offshore, più interessi accumulerai per il tuo pensionamento.

 

Dove posso aprire un conto bancario offshore?

La prima domanda a cui ogni interessato dovrebbe rispondere nell'aprire un conto bancario offshore è: perché farlo? Da tale risposta è quindi possibile determinare quale banca e in quale giurisdizione è più adatta ai tuoi interessi.

Uno dei motivi più comuni per utilizzare un conto bancario offshore è la riduzione del carico fiscale. Pertanto, in questi casi è necessario selezionare un territorio che abbia politiche fiscali amichevoli nei confronti degli investitori stranieri. In altre parole, che le tasse siano basse o nulle. Una giurisdizione, come Panama, ad esempio, offre piani interessanti per i pensionati.

Un terzo motivo per aprire un conto bancario offshore è l'interesse a detenere immobili all'estero, come investimento. Il consiglio qui sarebbe quello di cercare un paese che abbia leggi che permettano agli stranieri di acquistare legalmente beni immobili.

Tra le migliori giurisdizioni offshore per aprire conti bancari ci sono: Stati Uniti, Panama, Porto Rico e Svizzera, anche se esistono altre opzioni che suggeriamo a seconda delle esigenze specifiche.

consulenza su come aprire un conto bancario offshore

Tipi di conti bancari offshore

Dopo aver scelto la giurisdizione e la banca offshore che meglio si adatta ai tuoi interessi, è il momento di scegliere il tipo di conto bancario offshore più conveniente. Di solito un semplice conto bancario offshore può offrire tutti i vantaggi possibili, ma le aziende hanno bisogno di un conto aziendale. Entrambi hanno delle analogie, ma i requisiti per scegliere l'uno o l'altro variano.

Le banche offshore richiedono che una certa quantità di fondi sia depositata sul nuovo conto. L'importo varia a seconda della banca. L'opzione più comunemente utilizzata per il deposito di tali fondi è il bonifico bancario, ed è esclusa la possibilità di versare contanti o assegni.

Documenti necessari per aprire un conto bancario offshore

Il primo documento necessario per aprire un conto bancario offshore è una copia autenticata e apostillata del passaporto. Inoltre, le banche offshore di solito richiedono sempre la traduzione in inglese:

  • Una bolletta dei servizi (elettricità, internet, acqua), a nome del richiedente
  • Estratto conto bancario o busta paga, a nome del richiedente
  • Referenze bancarie del richiedente per accertare che abbia una buona reputazione.

Per i conti bancari aziendali offshore

  • Documenti aziendali e un breve business plan.

A seguire di presentiamo una breve rassegna delle migliori piazze finanziarie offshore, ovviamente la scelta della banca e del centro finanziario dipenderà principalmente da quanti soldi hai e dal proposito del conto, ovvero di deposito o commerciale. 

 

Conti bancari offshore nel Principato di Monaco

Il sistema bancario di Monaco è considerato tra i più sicuri al mondo. Aprire un conto nella più prestigiosa banca del Principato di Monaco non è facile, ma i benefici sono enormi. Non ci sono tasse sul reddito, né sulle plusvalenze. Questi conti sono rivolti a persone o aziende che necessitano mantenere conti correnti con saldi significativi (apertura minima 1 milione e saldo minimo di 3 milioni) in una banca offshore, in un paese stabile, con una lunga e positiva storia nella gestione dei patrimoni.

Il Principato di Monaco è uno dei paesi che offre la massima protezione per i grandi capitali. Stabilità politica, politiche fiscali amichevoli, un alto tenore di vita, e una grande diversità multiculturale sono alcuni degli elementi che hanno reso questa piccola nazione, di soli due chilometri quadrati, in un luogo ideale per i residenti internazionali che vantano importanti fortune.

Monaco non è solo la capitale del lusso, ma è anche un importante centro globale dell'intrattenimento, dove ogni anno si svolge un Grand Prix di Formula 1, il torneo Masters di tennis (Roger Federer e Novak Djokovic risiedono nel Principato), il Monaco Yacht Show ed il Festival Internazionale del Circo; ma, soprattutto, Monaco è un importante centro finanziario.

Il sistema bancario di Monaco è considerato tra i più sicuri al mondo e le attività detenute nelle istituzioni finanziarie superano i 116 miliardi di euro. Il PIL pro capite è vicino a 120 mila euro, che pone il Principato tra i tre paesi più ricchi del pianeta. Monaco non ha debiti pubblici con nessun altro Stato e gestisce annualmente un budget di oltre 1,2 miliardi di euro, con cui gestisce entrate superiori alle spese operative.

Il sistema giuridico e fiscale del Principato è molto attraente

Il sistema giuridico e fiscale del Principato è molto attraente, dal momento che non ci sono tasse sul reddito, né sulle plusvalenze ed i patrimoni, né vi sono oneri fiscali sulle negoziazioni.

Aprire un conto nella più prestigiosa banca del Principato potrebbe non essere così facile, ma i benefici sono enormi, perché con questo, le persone riescono a proteggere la propria famiglia in un territorio assolutamente neutrale e fuori dai conflitti globali.

Per aprire un conto in banca nella più prestigiosa banca del Principato è essenziale che la persona sia in grado di dimostrare con quali attivi è riuscito a creare una ricchezza di oltre un milione di dollari. Inoltre la Banca non accetta di lavorare con persone politicamente esposte e generalmente preferisce non accettare cittadini americani o canadesi, dal momento che le autorità fiscali di questi paesi richiedono la condivisione di informazioni private. Monaco continua ad essere considerata una giurisdizione in cui viene rispettata la riservatezza sulle informazioni private, un elemento che lo rende unico al mondo e spiega perché i grandi capitali preferiscono salvaguardare i loro beni in conti bancari offshore nel Principato di Monaco

Se avete esigenza di mantenere depositi bancari di oltre un milione di euro, consultateci.

consulenza su come aprire conto bancaro offshore nel Principato di Monaco

 

Conti bancari offshore a Panama

Dopo i Panama Papers, il mondo offshore è cambiato, specialmente a Panama. Aprire un conto bancario a Panama oggi non è facile come prima, ma il Centro Finanziario del Istmo rimane sempre attraente, con le sue 2 banche statali e 68 private, di cui 45 con una licenza generale e 23 con una licenza internazionale, oltre a 11 Banche internazionali con uffici di rappresentanza.

A causa delle nuove regole sulla valutazione del rischio terrorismo e riciclaggio di denaro che ormai si applicano a livello internazionale, l'apertura di un conto bancario a Panama oggi è un processo un po’ più lungo e noioso. Le banche indagano a fondo sul cliente e per coloro che non sono cittadini e/o residenti permanenti, aprire un conto bancario è spesso difficile, a volte impossibile. La presenza del beneficiario è necessaria per l’apertura di un conto, anche se in determinate condizioni possiamo aprire conti aziendali senza che il beneficiario debba presentarsi in banca.

Caporaso & Partners è uno studio legale specializzato con sede nella zona bancaria e finanziaria della capitale e vanta una vasta conoscenza delle leggi, regolamenti bancari e le politiche di ciascuna banca, che potrà fornirle la propria consulenza su come aprire un conto bancario a Panama, sia di persona che a distanza.

 

Come posso aprire un conto bancario negli Stati Uniti?

Aprire un conto bancario negli Stati Uniti è diventato una necessità per migliaia di persone in tutto il mondo che, al fine di proteggere i loro beni o svolgere nuove attività, devono gestire un conto bancario in un istituto finanziario statunitense o, semplicemente per poter ricevere i soldi da PayPal o altri portafogli elettronici.
Quasi tutte le banche degli Stati Uniti aprono conti ai non residenti e gli Stati uniti difficilmente scambiano informazioni; aprire un conto bancario negli Stati Uniti richiede due passaggi: la presenza fisica del titolare del conto e la presentazione di una bolletta (ricevuta del pagamento di fattura di un’utenza: telefonica, elettrica, internet, gas, ecc., intestata al proprietario del conto e con un indirizzo degli Stati Uniti.)e noi vi spiegheremo come ottenerla. Esiste un sistema molto facile per ottenere una bolletta di un’utenza, senza risiedere negli Stati Uniti o avere un indirizzo permanente lì. Ma prima di iniziare a spiegare come ottenere una bolletta d’utenza, dobbiamo chiarire che, secondo la nostra esperienza, la banca più veloce ed efficiente per aprire conti bancari è la Chase Manhattan Bank, un'istituzione prestigiosa con decenni di attività nel settore finanziario e ha filiali in tutti gli Stati Uniti.

Per aprire l'account serve:

  • Presenta il passaporto
  • Effettua un deposito minimo iniziale di 100 dollari (questa banca applica una commissione di 15 USD se il saldo è inferiore a 1500 USD).
  • Presentare una bolletta di un’utenze (per scoprire cosa fare per ottenere una bolletta è necessario acquistare il nostro Kit di consulenza).

Il nostro kit "Come aprire un conto bancario negli Stati Uniti" al prezzo di soli 99 EUR spiega chiaramente come aprire un conto bancario negli Stati Uniti. in 2 - 3 ore.
Vi ricordiamo che le banche statunitensi aprono conti bancari solo a persone fisiche e non a società straniere.
Per aprire un conto bancario negli Stati Uniti, la presenza fisica del titolare del conto è assolutamente obbligatoria, quindi è necessario recarsi negli Stati Uniti.
Se rimane negli Stati Uniti per un po’ di tempo, può optare di richiedere la patente di guida temporanea, in questo modo è possibile evitare di presentare la bolletta di un’utenza. Questa sistema funziona bene, ma riteniamo che è meglio presentare un “utility bill” ossia una bolletta di un’utenza, dal momento che per ottenere una licenza di guida temporanea ci vuole del tempo, mentre un servizio pubblico viene attivato immediatamente dopo il pagamento. Raccomandiamo sempre di aprire un conto in grandi banche negli Stati Uniti, perché pongono meno ostacoli all'apertura dei conti bancari rispetto alle banche più piccole.

 

Come aprire da solo un conto bancario offshore, online?

Ha intenzione di aprire un conto bancario personale o per la sua azienda? Noi di Caporaso & Partners abbiamo un esperienza trentennale in apertura di conti bancari esteri, sia in dollari che in euro.

Purtroppo i tempi del segreto bancario e dei conti cifrati sono finiti ed oggi aprire un conto bancario estero online può risultare un incubo. In internet ci sono decine di offerte e anche centinaia di truffe. Come muoversi quindi? A chi rivolgersi? E perché i facilitatori chiedono un sacco di soldi per la semplice apertura di un conto offshore?

Le banche sono diventate molto più pignole, sia per via delle nuove legislazioni (ormai mondiali) sull’antiriciclaggio, sia per via che molti truffatori usavano le banche online per incassare soldi dalle loro vittime. Oggi l’apertura di un conto bancario estero online prende molto tempo, e controlli estenuanti e funzionari poco solerti e poco amichevoli, peggiorano le cose.

Se lei parla e legge un po’ di inglese tuttavia può aprire un conto estero online da solo, senza l’ausilio di esperti che devono investire un sacco di tempo e ovviamente lo devono fatturare. Inoltre, oggigiorno le banche non amano parlare con gli intermediari e per politica devono avere il contatto diretto con il cliente, raccogliere dati personali e plasmarli in un documento che è noto con il nome di KYC, dalle iniziali in inglese di Know Your Client, ovvero Conosci al Tuo Cliente. Per poterlo fare senza che i clienti si preparino e possano aggirare le domande con risposte preparate richiedono dei documenti e informazioni standard ed altre opzionali. Ecco perché a volte i tempi si allungano e anche se ha pagato degli onorari alti l’apertura del conto si dilata per settimane o anche mesi.

Anche se è contro i nostri interessi noi consigliamo ai nostri clienti di aprire il conto da soli, esattamente perché le banche preferiscono trattare direttamente con il cliente e per noi, quando sorgono problemi o lungaggini, a volte, è anti economico seguire questo tipo di pratiche.

Abbiamo quindi deciso di offrire alla nostra clientela la formula della Consulenza telefonica per assisterli ad un prezzo conveniente nell’apertura di un conto bancario estero online.

Come funziona il sistema consulenza?

Semplice, dovrete pagare 300 EUR di onorari con uno di questi mezzi.  Appena ci notificate il pagamento via email, vi inviteremo a riempire un formulario che ci aiuterà a capire meglio di cosa avete bisogno.

Subito dopo agendiamo una conversazione telefonica, in genere, via whatsapp dove andremo a dettagliarvi i vantaggi di una o altra banca a secondo delle vostre esigenze, accordi di scambio informazioni, soldi disponibili, giro d’affari, servizi e costi bancari. In questa conversazione identificheremo l’istituto bancario più appropriato per le vostre esigenze.  Dopo la conversazione le invieremo il link da dove aprire il conto con la lista dei documenti da presentare e quelli che potrebbero richiedervi aggiuntivamente.

Durante tutto il processo avrà la possibilità di chiamarci per chiedere consigli e chiarimenti. Si ricordi che è necessario parlare un po’ d’inglese perché un funzionario della banca potrebbe voler parlare direttamente con lei.

Come norma generale, le banche richiedono una copia autenticata del passaporto del correntista, nonché una prova di residenza (bolletta acqua, luce, telefono fisso, estratto conto bancario, ecc.) con data non anteriore a tre mesi e per le società i documenti societari. In alcuni casi i documenti dovranno essere tradotti in inglese (o altra lingua, dipendendo da dove sia situata la banca) e apostillati (L’Apostille dell’Aja è un’attestazione ufficiale che serve innanzitutto per verificare l’autenticità della firma, il titolo e/o il timbro del firmatario del documento tradotto. In Italia i funzionari che possono rilasciare una Apostille sono il Procuratore della Repubblica e i Prefetti, ma ogni Stato può designare le autorità in grado di emettere l’apostilla su un documento.).

Se non parla inglese o preferisce essere assistito può vedere i costi dei nostri servizi su questo link.  Se invece di una banca preferisce un portafoglio elettronico, anche se è un po’ più caro di una banca ma che le offre maggiore anonimato e una gamma di servizi di riscossione e pagamenti più amplia, le consigliamo di aprire un conto gratuito qui.

 

 

Come indagare e trattare il recupero di fondi in un conto corrente offshore “dormiente” o ereditato?

Offshore Banks Directory offre il servizio, tramite avvocati specializzati, per indagare e trattare di recuperare i fondi in conti bancari offshore dormienti e/o ereditati.

I "conti correnti dormienti" e le eredità dimenticate, sono più comuni di quanto la maggior parte delle persone immagini. Ma come sapere se, in una banca offshore, c'è un conto con molti soldi, a cui abbiamo diritto? O se c'è un'eredità che ci appartiene e che non abbiamo reclamato?

I “fondi dormienti" sono quelli che sono stati depositati per lunghi periodi di tempo, senza alcun tipo di movimento, in una banca che ha perso il contatto con il proprietario di tali fondi. Ci sono varie situazioni per cui il titolare di un conto bancario dimentica di aggiornare la banca delle variazioni di informazioni importanti relative al suo account, il trasferimento in un altro paese, la chiusura di un'azienda e, alcune volte la morte del titolare del conto.

In passato, i rapporti bancari erano a lungo termine, ma quando i periodi di inattività del conto si estendono per diversi anni, le banche delle principali giurisdizioni offshore, spesso congelano il conto. Ad esempio, a Panama, dopo sei mesi di inattività il conto viene congelato e dopo cinque anni i fondi inattivi vengono trasferiti allo Stato. Le regole variano da paese a paese, ma tutte le banche applicano la politica dei “conti dormienti”, anche se con scadenze di tempo diverse, per i beneficiari, poi, diventa difficile accedere ai fondi. Detto questo, il modo migliore per le persone che vogliono sapere se ci sono fondi inattivi o ereditati, a cui hanno diritto, è ricorrere a investigatori e avvocati specializzati, come quelli dell’Offshore Banks Directory.

Tutte le banche sono obbligate a proteggere, attraverso l'uso di diverse misure, i "fondi dormienti", per evitare qualsiasi accesso illegittimo a detti fondi; nel caso della Svizzera, per esempio, i fondi che sono rimasti senza reclamo del titolare per 10 anni e poi rimasti inattivi per altri 50 anni (cioè 60 anni dall'ultimo contatto con il cliente) e sono superiori a 500 franchi svizzeri, vengono pubblicati su un sito web, dove compaiono nome e cognomi e l'ultima residenza conosciuta del proprietario. Tuttavia, altre giurisdizioni non sono così aperte con questi dati e non li rendono noti così facilmente, è per questo che è essenziale lavorare con avvocati specializzati, come quelli di Offshore Banks Directory, che conoscono bene il funzionamento delle banche e sono in grado di localizzare i fondi e le eredità.

Le persone che credono o hanno la certezza di avere dei diritti su conti “dormienti” possono contattare direttamente la banca; Tuttavia, questo non è raccomandabile, dal momento che le istituzioni finanziarie sono molto riluttanti a lasciare scappare i fondi e richiedono una vasta gamma di documenti. Anche in questo caso, Offshore Banks Directory può aiutarvi, con i suoi avvocati specializzati, in modo da accelerare il lungo processo del recupero dei fondi.

 

Domande frequenti sulla banca offshore

Aprire un conto bancario offshore o estero è forse la parte più importante della vostra struttura offshore perchè è quello che vi permetterà di incassare. In molte occasioni dovrai aprire più di un conto o avere conti bancari offshore, conti in portafogli elettronici, criptomonete e infine un conto offshore da usare come cassaforte: per salvaguardare i tuoi risparmi.Sono sicuro che l eggendo questo articolo hai risolto la maggior parte dei tuoi dubbi, ma in ogni caso, ti inseriamo le domande più frequenti per sintetizzare.

banner_240x300_wiki_paradisi_fiscali




Se ha dubbi può contattarci per mail, se preferisce una consulenza telefonica deve aver pagato il servizio o pagare la consulenza

Prenotare

Se desidera ordinare uno o più servizi può procedere compilando l’ordine

Ordine servizi

Avvertenze di rischio
I punti di vista e le opinioni espresse dal sito sono soggette a modifiche in base alle leggi, mercato e ad altre condizioni. Le informazioni fornite non costituiscono un consiglio legale e non dovrebbero essere considerate come tali. Tutto il (i) materiale (i) è stato ottenuto da fonti ritenute attendibili, ma la sua attualitá al momento della lettura non è garantita. Non vi è nessuna garanzia o rappresentazione in merito all'attuale precisione o responsabilità per le decisioni basate su tali informazioni.

Supporto

Caporaso & Partners Law Office
Avenida Samuel Lewis, Torre Omega, suite 5D.
Panama.

Generale: info@opm01.com

Telefoni
Italy: +39 (06) 993357861
Spagna: +34 (93) 1845787
Panama: +507 8327893
Panama: +507 8339512
Stati Uniti: +1 (305) 3402627

SMS
Italy: +39 3399957837
Panama: +507 68263130

Urgenze:
+507 8339512

Servizio al cliente dalle
08:00 - 17:00 (inglese, italiano, spagnolo)